Statuto / Regolamento Turisico

STATUTO DEL VESPA CLUB LEGNAGO

PREMESSA:
Il Vespa Club Legnago, costituitosi il 30 ottobre 1954 a Legnago, è un’associazione
apartitica senza scopo di lucro, che riunisce persone di ogni ceto sociale e luogo di
provenienza, simpatizzanti o meno di motocicli, che hanno in comune una comunicativa di
amichevole convivenza pacifica, basata su principi che si rifanno ad alcuni articoli
fondamentali della Costituzione Italiana e della ” Dichiarazione Universale dei Diritti
dell’Uomo “votata all’O.N.U. nel 1948.

*********************************************************************************

ART. 1 : Il Vespa Club Legnago annovera i seguenti scopi:
a) promuovere e difendere gli interessi degli appassionati ai motori.
b) disciplinare e tutelare le attività dei singoli soci.
c) unire ed affratellare gli appassionati ed i simpatizzanti alle attività moto-
scooteristiche, ricreative e culturali, promuovendo ed organizzando
manifestazioni sia in campo sociale che nazionale.
d) ricercare, in una dialettica aperta e continua, i valori sociali ed umani che
costituiscono i fondamenti etici della vita associativa.
e) curare in modo particolare il settore giovanile, onde avvicinare i giovani allo sport
inteso oltre che come disciplina agonistica come disciplina di formazione
armonica del corpo e della mente.
f) mantenere continuo il rapporto con ali associati al fine di costruire una linea che
risulti il più omogenea possibile negli intenti e nelle vedute per una migliore e
qualificata attività.

ART. 2 : Ogni socio è realmente parte attiva dell’associazione.

ART. 3 : L’Associazione può avvalersi dell’opera di esperti, sia in sede di Consiglio e di
Assemblea, anche se non iscritti, per funzioni consultive ed esecutive ma in alcun
caso deliberative.

ART. 4 : L’Associazione nell’ambito delle proprie attività turistico culturali e sportive, può
avvalersi, in alcuni casi particolari, dell’organizzazione di incontri conviviali tra soci
e/o simpatizzanti e perciò effettuare la distribuzione e somministrazione di alimenti
e bevande anche tramite apparecchiature automatiche.

ART. 5 : L’Associazione può aderire ad organismi consimili nella forma e nella maniera
deliberata dal Consiglio Direttivo.

ART. 6 : L’Assemblea si riunisce in seduta ordinaria almeno una volta all’anno per il resoconto
dell’attività svolta e per l’approvazione del bilancio finanziario. Può essere
convocata in seduta straordinaria qualora ne facciano richiesta motivata da almeno
il 20% dei soci, con la precisazione dell’ordine del giorno.

ART. 7 : Ogni socio ha diritto al voto solo se risulta iscritto per l’anno sociale in corso da
almeno tre mesi. Il socio non può delegare al voto nessuna altra persona, anche se 

socio, e non può farsi rappresentare in assemblea.

ART 8 : Il Consiglio Direttivo e’ composto di minimo 7 massimo 11 membri ed elegge nel suo
ambito un Presidente, un vicepresidènte, un segretario e un tesoriere. Ciascun
membro del C.D. dura in carica tre anni ed è rieleggibile.

ART. 9: Il Presidente rappresenta il Club a tutti gli effetti.
a) prende le decisioni di particolare urgenza personalmente riferendole al Consiglio
Direttivo nella sua prima riunione.
b) convoca il C.D. con preavviso di almeno cinque giorni e con relativo ordine del
giorno.
c) in caso di assenza o di impedimento può delegare il V. Presidente o un Consigliere
di fiducia a rappresentarlo.
d) può creare commissioni nell’ambito del C.D, o tra gli associati per la valutazione e
la programmazione di determinati problemi. Dette commissioni dovranno riferire
il loro resoconto al C.D. che ha potere deliberativo.
e) non ha potere vincolante su spese che non siano approvate precedentemente dal
C.D.

ART 10: Il segretario ha potere deliberativo sulle minute spese che si identificano in un tondo
liquido di euro 30/00, reintegrabili ogni qual volta il C.D. approvi la nota spese. Per
altre spese il segretario non ha nessun potere deliberativo bensì’ esecutivo previa
autorizzazione del C.D. sulla disamina dei preventivi presentati.

ART. 11 : Regolamento per le elezioni :
a) tutti i soci sono eleggibili,
b) ogni socio può presentare una lista di massimo undici soci, in regola con il primo
comma dell’ART.7.

ART 12: L’assemblea elegge nel proprio ambito una commissione elettorale formata da tre
persone con i seguenti compiti:
a) controllare le schede voto e distribuirle ai soci prendendone le generalità singole,
riservandosi di controllarle all’atto della restituzione della scheda.
b) controllare le schede votate ed assegnare ai candidati i voti conseguiti.
c) stilare un verbale sull’esito della votazione, firmato da ogni membro della
commissione,
d) lo stesso verbale sarà’ consegnato nelle mani del Presidente dell’Assemblea che
lo renderà pubblico.

ART. 13 : Qualora un Consigliere dovesse assentarsi a tre sedute consecutive senza
giustificato motivo, viene automaticamente considerato decaduto dall’incarico. La
sostituzione avviene con la nomina del primo dei votati non eletti.

ART 14: L’Assemblea è valida in prima convocazione con la presenza dei 2/3 dei soci e le
deliberazioni sono valide con l’approvazione della maggioranza dei presenti. In
seconda convocazione con la presenza di almeno 1/10 dei soci e le deliberazioni
sono sempre prese a maggioranza del 50 + 1. La seconda convocazione viene fissata
mezz’ora dopo la prima.

ART. 15: I proventi del Club sono costituiti dalle quote sociali, da ogni altro provento
l’espletamento del proprio programma e da donazioni da parte di terzi.

ART. 16 : La durata del VESPA CLUB LEGNAGO è illimitata. Lo scioglimento può avvenne per
delibera dell’Assemblea con il 75 dei voti dei soci. In detto caso l’assemblea
delibera sulla liquidazione del patrimonio.

IL PRESENTE STATUTO E’ STATO LETTO ED APPROVATO AL
L’ASSEMBLEA GENERALE DEL NOVEMBRE 1996.

_________________________________________________________________________

 

REGOLAMENTO TURISTICO

1- II Vespa Club Legnago declina ogni responsabilità turistico – sportiva nei
confronti dei propri associati e simpatizzanti; prima, dopo e durante qualsiasi
manifestazione.

2- L’associato o il simpatizzante ha l’obbligo di conoscere il programma
dettagliato di ogni manifestazione e di attenervisi scrupolosamente. Non potrà
citare il proprio club di responsabilità se per il disguido postale non è avvisato in
tempo utile.

3- Ad ogni manifestazione in calendario turistico – sociale, verrà dato un punteggio
in base alla distanza chilometrica, così suddiviso:

- Fino a 50 kn punti 2;
- Oltre 50 km e fino a 100 km, punti 4;
- Oltre 100 km e fino a 150 km, punti 6;
- Oltre 150 punti 8.
- Eurovespa punti 10 indipendentemente dalla distanza.

4- Classifiche: saranno stilate a fine anno, dall’apposita commissione turistica e
saranno così suddivise:

- Classifiche per soci vespisti – scooteristi conduttori: in base al punteggio
conseguito alla guida del mezzo, nelle manifestazioni in calendario
turistico – sociale.
- Classifiche per i soci vespisti – scooteristi passeggeri: in base al punteggio
conseguito come passeggero, nelle manifestazioni in calendario turistico
sociale.

I soci conduttori o passeggeri che trasportano la vespa o lo scooter con altro
veicolo, per partecipare a una delle manifestazioni in calendario sociale, saranno
penalizzati con la decurtazione di metà punti relativi alla manifestazione stessa, a
meno che il trasporto sia necessario per venire incontro alle esigenze dei soci o del
club.

5- Alla fine di ogni anno, per un eventuale spareggio, potrà essere determinante il
socio che ha partecipato a manifestazioni fuori calendario sociale, previa
documentazione

6- Viene considerata manifestazione a sfondo turistico e quindi classificata,
qualsiasi incontro turistico – ricreativo segnato nel calendario sociale, che il
socio ha l’obbligo di conoscere.

7- Onde evitare ogni malinteso, si precisa che la scelta relativa alla composizione
delle due citate classifiche, non vuole sminuire il prestigio vespistico -
scooteristico, ma solo perfezionare l’aspetto organizzativo del club che tiene
dare un riconoscimento, seppure simbolico, anche a quei soci simpatizzanti che
sebbene in altra forma danno la loro collaborazione turistica alla vita del club;
ovviamente la preminenza sarà sempre data alla classifica del socio conduttore.

8- Le fasce del vespa club Legnago saranno date ai soci che ne faranno richiesta e
avranno un costo simbolico di euro 10,00 (euro dieci/00) cadauna, rimanendo di
proprietà dello stesso. Tale fascia è l’unico guidone riconosciuto dal club che
distingue l’appartenenza ed il punteggio di classifica di ogni manifestazione
organizzata.

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.